Fondazione Baruchello
Fondazione Baruchello
 
 

Progetti

Archivio | 2017 2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010 2009 2008 2007 2006 2005 2004 2003 2002 2001 2000 1999 1998

La Fondazione Baruchello svolge la propria attività all’interno di un’azione di valorizzazione e innovazione attraverso l’arte contemporanea, proponendo parallelamente l’esplorazione di diversi campi di ricerca (arte e natura, immagine e immaginari, politica e cultura) ed un’ estesa attività di conservazione e riproposizione del patrimonio di opere e beni che possiede. Tutela,  valorizzazione e innovazione, sperimentazione e ricerca,  caratterizzano ogni aspetto del lavoro. Valorizzazione è dunque al contempo conservare e produrre, conoscere ed innovare attraverso una strategia che permetta un dialogo dinamico tra storia e contemporaneità.
L’arte contemporanea è intesa come un laboratorio di sperimentazione e dialogo, ricerca e produzione di ipotesi all’interno del quale la storia e l’attualità si incontrano. In questo senso e in funzione di un confronto aperto alla partecipazione, si privilegiano la pluralità degli orientamenti, delle pratiche e degli approcci.
Tutti i progetti si radicano nella realtà territoriale in cui la Fondazione è ubicata (le due sedi, quella storica nella campagna romana e l’altra, di recente acquisizione, al centro di Roma) ma anche in una prospettiva che considera ogni luogo, anche il più periferico come un punto di transito di cultura, saperi, conoscenze nella complessità del mondo attuale.  


Le attività che caratterizzano l’esistenza e la funzione della Fondazione si distinguono pertanto su due piani:

Attività permanenti: il lavoro sulle opere donate da Gianfranco Baruchello alla Fondazione, opere che costituiscono il suo patrimonio principale; il lavoro di conservazione, catalogazione, inventariazione, ricerca e supporto scientifico per l’opera, le esposizioni, i progetti relativi a Gianfranco Baruchello; la catalogazione dei Fondi storici donati alla Fondazione; il lavoro di catalogazione della Biblioteca che è formata da circa quarantamila volumi, è aperta al pubblico ed è  in continuo aggiornamento; il mantenimento degli spazi esterni e delle opere in essi ubicate. Queste attività, costanti, costituiscono una parte del lavoro di conservazione e riproposizione della storia presente in questo luogo attraverso nuove e sempre attuali prospettive e ricerche. La sede principale della Fondazione è visitabile: al suo interno sono esposte opere ma anche documenti e fotografie che attraversano la storia del lavoro di Baruchello dalla fine degli anni Cinquanta a oggi.

Attività temporanee: incontri, seminari, tavole rotonde, progetti, esposizioni e un’azione sul territorio. Il sistema espositivo dell'arte (musei, gallerie, grandi esposizioni internazionali) vede oggi una nuova fase nella nascita di piccole e medie iniziative per l'arte (fondazioni, centri culturali, archivi, collezioni di diversa entità che si aprono al pubblico) che si indirizzano alla produzione, talvolta sperimentale,  di opere e progetti. Questi luoghi costituiscono una realtà che coesiste accanto al museo, il quale può trarre da tale complessa e frammentaria situazione nuovi orientamenti e forme di collaborazione. La Fondazione Baruchello vuole costituire, in questo senso, non solo un luogo per l’esposizione e la presentazione dell’arte, ma prevalentemente uno spazio per la progettualità e lo scambio di idee ed ipotesi. Tutti i progetti partono dall’idea che l’arte possa costituire proprio oggi, nella situazione di crisi dei valori culturali e nella difficoltà economica che attraversa in particolare la cultura, una piattaforma per costruire nuove prospettive di pensiero, idee e azione concreta privilegiando la partecipazione, la discussione e il confronto.