FUEGO FRÌO, DALL' 8 febbraio

La Fondazione Baruchello presenta Fuoco freddo, una delle opere più iconiche dell’artista spagnolo Eugenio Ampudia. Ha cominciato a bruciare la libreria dell’ufficio del suo gallerista anni fa e poi, espandendosi, questa prima versione si è propagata in tutto il mondo: la biblioteca del Museo Reina Sofía di Madrid, la National Library di Singapore, la National Gallery di Amman, il Museo Carrillo Gil di Città del Messico, il Museo de Arte Contemporáneo di Oaxaca, il Centro de las Artes di Monterrey, NC-Arte di Bogotá e la Galleria Colnaghi di Londra. È ispirata all’idea del Manifesto Futurista di Marinetti che, come parafrasa Ampudia, suggerisce di bruciare le biblioteche perché le ceneri saranno il concime per nuovi semi. La mostra si inserisce in un progetto esteso di Eugenio Ampudia, a cura di Blanca de la Torre, nella città di Roma, organizzato dalla Real Academia de España a Roma e in collaborazione con altre istituzioni come il museo MAXXI, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna. l’associazione Tevereterno e la Embajada de España a Roma. Questa installazione verrà esposta nella sede della Fondazione Baruchello durante il corso della mostra personale dell’artista, Un inferno comodo, nella sede della RAER, la Real Academia de España a Roma, e un intervento site-specific nel Tempietto del Bramante nel complesso dell’Accademia. 

 

FUEGO FRÌO, FROM 8 february

The Fondazione Baruchello presents Fuego Frio, one of the most iconic works by spanish artist Eugenio Ampudia.  a few years ago he started burning the library of his gallerist office, then, this first version has been extended through the world: Reina Sofìa Museum library, The National Gallery of Singapore, the National Gallery of Amman, Carrilo Gil museum of City of Mexico, The museum de Arte Contemporàneo of Oaxaca, the Centro de las Artes of Monterrey, NC-Arte of bogotà and Colnaghi Gallery in London. This work takes its inspiration from the Manifesto Futurista written by Marinetti which, as Ampudia said, suggests to burn all the library in order to seed from the ashes of books. This exhibition is part of an extended project conceived by Eugenio Ampudia, curated by Blanca de la Torre, within the city of Rome, and it has been organized by the Real Academy of Spain in collaboration with other institution such as MAXXI museum, La Galleria Nazionale d’Arte Moderna, The Tevereterno association and the Embajada de España in Rome. The installation will be presented inside the Fondazione Baruchello during Ampudia solo show, Un infierno comodo, at the Real Academy of Spain in Rome and during his intervention at the Tempietto del Bramante located within the Academy space.