Fondazione Baruchello
Fondazione Baruchello

2012

Agire il paesaggio. Il raccolto del grano

giugno – luglio  

Dall’anno 2011 la Fondazione ha deciso di coltivare la terra dei campi che circondano la sede. Grano, girasoli, orzo sono state le coltivazionifatte ruotare tra il 2011 e il 2012.  La coltivazione della terra è stata inserita all’interno di un più ampio progetto di valorizzazione del paesaggio. L’interazione tra arte e agricoltura è tornata a essere per la Fondazione un progetto e una riflessione, sui quali lavorare in collaborazione con artisti e studiosi invitati nei progetti di Residenza o a realizzare interventi site specific per la Fondazione.  Testimone del raccolto:  Fritz Haeg.


ROMA Contemporary

MACRO 25-26 maggio

Invito da parte di RAM Radioartemobile, Roma.  Baruchelloe la Fondazione Baruchello presentanouna serie di “esperimenti sonori” risalenti agli anni Sessanta,  dal 2009 nuovamente studiati, schedati e nuovamente ascoltabili ad opera della Fondazione Baruchello, dovesono conservati e disponibili per lo studio e la ricerca. “In occasione di Roma Contemporary verrà esposto il SoundArtMuseum, progetto ideato nel 2005 come Museo del Suono, e luogo in cui sono raccolti centinaia di progetti sonori di artisti contemporanei. Sarà dato particolare risalto alle New Entries. Inoltre il pubblico potrà consultare una sequenza inedita di lavori sonori del 1962 di Gianfranco Baruchello, presentati a cura della Fondazione Baruchello” (dal Comunicato Stampa).  


Ecological Thought D.A.C., Quarto incontro

RAM Radioartemobile | 4 giugno

Carla Subrizi, Direttrice artistica della Fondazione Baruchello è invitata al quarto incontro diD.A.C. (Denominazione Artistica Condivisa) a cura di RAM Radioartemobile.  È presentata l’attività della Fondazione Baruchello e in particolare i progetti su arte e ambiente, sulla questione dellaproduzione artistica nei tempi di una auspicata decrescita economica. In questa occasione viene allestito nel parco della Villa Gorgo – Guado dell’Arciduca Nogaredo al Torre (UD), ilprogetto di Gianfranco Baruchello La scorta (Ecologia e Politica), sei biciclette blu con luci lampeggianti comenelle automobiliche costituiscono la scorta di personaggi politici.


La scorta Ecologia e potere D.A.C. (Denominazione Artistica Condivisa) Secondo incontro

RAM Radioartemobile | 16 marzo

In questa occasione è presentato il progetto di Gianfranco Baruchello La scorta. Ecologia e poterepresso il MUSEION, Museo di Arte Contemporanea, Bolzano. Il progetto di Baruchello, presentato all’interno di una riflessione su “arte e ambiente” condotta dalla Fondazione Baruchello,  intende essere una provocazione: pensare una scorta per ministri, uomini politici, presidenti di regioni e province, anziché di auto blu di sole biciclette blu.   


D.A.C. Denominazione Artistica Condivisa. Producers vs Artists

30 gennaio

Gianfranco Baruchello, con FabriceHyber, Yona Friedman & Jean-BaptisteDecavèle, partecipa al primo incontro di D.A.C. (Denominazione Artistica Condivisa) a cura di RAM radioartemobile. Gianfranco Baruchello è stato invitato a presentare l’attività che dalla sua opera Agricola Cornelia S.p.A.(1973-1981) lo ha portato a istituire la Fondazione Baruchello. Baruchello, per il progetto di RAM radioartemobile, avviato per contribuire a una condivisione tra arte e impresa.(http://www.radioartemobile.it/evento/1-incontro-dac-producers-vs-artists/), ha ricordato come negli anni Settanta lui stesso, come artista, avesse proposto se stesso come imprenditore fittizio, tra arte, immaginazione e agricoltura.